Satispay è ufficialmente un unicorno

La nota ormai ex startup cuneese Satispay ha di recente raggiunto il valore di 1 miliardo di euro la cifra necessaria a definirsi un unicorno, ovvero una delle pochissime startup destinate ad un successo debordante.
Tutto questo è stato possibile grazie all’ultimo round di investimenti da 320 milioni di euro; tra i finanziatori compaiono anche alcuni nomi importanti nel panorama internazionale come Greyhound Capital, Coatue, Lightrock, Block Inc., Tencent e Mediolanum Gestione Fondi SGR che pure avevano già in passato accordato la fiducia questa startup con 90 milioni. L’investitore di punta del Series D è Addition di Lee Jared Fixel, venture capitalist americano che l’azienda ha ringraziato pubblicamente.
La fintech di Cuneo può contare su una base da 3 milioni di utenti, su 200mila commercianti che accettano pagamenti tramite l’app e su un team da oltre 300 persone dislocate in 4 Paesi, Francia, Germania e Lussemburgo, dove Satispay è ancora una realtà piccola ma dalle grandi ambizioni: diventare il leader dei pagamenti in Europa, sognare in grande in fondo a questo punto non è solo legittimo, ma financo necessario.
Così si esprime l’AD, Alberto Dalmasso:

“Negli ultimi due anni siamo cresciuti in maniera eccezionale introducendo nei nostri team altri nuovi talenti: ci hanno aiutato a trasformare Satispay in una realtà competitiva più grande e strutturata”.

Per celebrare questo traguardo miliare per la compagnia è scattata una nuova campagna, di cui i clienti sono stati informati via mail, che permetterà a chiunque porti uno o più amici nel circuito Satispay di ricevere 20 euro sul conto per ogni nuovo account attivo grazie al proprio invito.

Edoardo Valle

Condividi questo articolo