Pharmacure, il successo tutto torinese del delivery che porta la farmacia a casa tua

Prenotare online i farmaci e riceverli a domicilio: un’idea che sta avendo un grosso successo. Una startup di giovani che ha portato la farmacia nelle case degli italiani. Ma cos’è Pharmercure? Si tratta di un’azienda nata dall’idea di un gruppo di studenti universitari di Torino, per consentire a chiunque di ricevere i farmaci di cui ha bisogno a domicilio o sul luogo di lavoro, con un semplice click sul sito.
Il modello di business è fonda- to sul una piattaforma evoluta che mette in contatto le farmacie di prossimità con i loro clienti: non un e-commerce, quindi, ma un servizio di delivery che promuove le farmacie sul territorio, tutelando il lavoro e la professionalità dei farmacisti. Una realtà che nel 2020 ha raggiunto oltre 1 Milione di Euro transati e oltre 90 farmacie collegate.
La startup è nata nel 2017 dall’iniziativa di cinque giovani: Maurizio Campia, attuale ceo dell’azienda, Gianluca Abate, Thomas Pullin e Federico Mecca. Un progetto sul quale, per la sua semplicità e utilità, hanno creduto diversi investitori. Il lockdown del 2020 ha spinto ulteriormente sull’acceleratore: nel giro di pochi mesi la startup, grazie alla sua specificità, ha compiuto passi da gigante in termini di organizzazione, fatturato e consegne.
Su Pharmercure è possibile ordinare ogni prodotto vendibile in farmacia: farmaci da banco, farmaci etici (necessari di prescrizione medica), farmaci veterinari e prodotti para- farmaceutici, per un totale di più di 2 milioni di prodotti. Non si tratta di prodotti di proprietà di Pharmercure, né di stock di magazzino: è una lista di ciò che è possibile trovare nelle farmacie. Per questo, una volta effettuato l’ordine, occorre attendere, entro 10 minuti, la telefonata del farmacista che confermerà l’ordine e la disponibilità dei prodotti richiesti.
In caso di ordine di un farmaco con prescrizione medica, è possibile inserire il codice della ricetta in forma- to digitale al momento dell’ordine sul sito, oppure allegare il pdf. In caso di ricetta cartacea, è possibile scattare una foto al documento e allegarla: il corriere la ritirerà a domicilio e la consegnerà al farmacista in una busta sigillata. Nel caso in cui non si disponga di ricetta, Pharmercure permette di “flaggare” l’opzione “non possiedo la ricetta” e, in questo caso, si verrà contattati direttamente dal farmacista.
È possibile scegliere fra tre diversi tipi di consegna: la consegna standard, tra le 10,30 e le 12,30 del mattino o tra le 17,30 e le 19,30 del pomeriggio, ha un costo di 2 euro. Il ritiro della ricetta a domicilio e la successiva consegna standard prevede un costo di 4 euro.
Infine, la consegna urgente, entro 90 minuti dall’ordine, disponibile nei giorni feriali dalle 9 alle 19: il costo è di 4 euro a consegna. Al momento Pharmercure è operativa in 12 città: Asti, Biella, Genova, Ivrea, Milano, Napoli, Novara, Parma, Roma, Torino, Udine, Vercelli.

Andrea Doi

Condividi questo articolo