Italian Tech Week

Dopo il successo dell’edizione 2021, torna l’francesco sole le donne forti testo, evento annuale di Italian Tech, il canale tematico di GEDI interamente dedicato all’innovazione e alla tecnologia. Giovedì 29 e venerdì 30 settembre, OGR Torino – l’hub dedicato alla cultura contemporanea, all’innovazione e all’accelerazione d’impresa – sito in corso Castelfidardo 22, sarà nuovamente animato da incontri, dialoghi, dibattiti e presentazioni, che vedranno protagonisti tra i personaggi più di spicco nel panorama tech globale, per un totale di più di 100 ospiti da più di 10 Paesi. Anche per questa edizione, Italian Tech Week – con il patrocinio della Città di Torino e grazie al sostegno di Fondazione CRT e OGR Torino – si propone come momento d’incontro per le realtà tech italiane e internazionali, con l’obiettivo di creare un luogo di dibattito e di confronto che generi scambio e ispirazione reciproca.


Il programma del 2022 è ricco di personaggi di spicco – startupper, studiosi, imprenditori – che verranno a raccontare le loro ricerche e la loro esperienza. Il folto calendario dell’agenda prevede tre spazi, il Palco Fucine, il Duomo Stage e lo Speaker Corner, in cui si susseguiranno talk e dialoghi. In parallelo, si svilupperanno in una serie di workshop, le masterclass, ad accesso gratuito su prenotazione, in cui alcuni esperti dialogheranno con i presenti su temi di propria competenza.
«Gli scienziati sostengono che siamo alla vigilia di un nuovo Big Bang, dove BANG sta per Bits, Atomi, Neuroni e Geni. Una convergenza
di diverse tecnologie, abilitata dall’intelligenza artificiale, che sarà un potentissimo acceleratore della ricerca scientifica. Ci riguarda? Molto di più di quanto immaginiamo» dichiara Riccardo Luna, direttore Italian Tech «la ricerca come sempre creerà innovazione, aprirà strade oggi imprevedibili, per esempio per il contrasto al cambiamento climatico o nella cura di malattie oggi incurabili; nasceranno nuove aziende, che creeranno posti di lavoro per mestieri che ancora non esistono. Il progresso e il benessere abitano da quelle parti».
Tra le tematiche più attuali che verranno affrontate durante l’Italian Tech Week c’è quella del cambiamento climatico e di come la tecnologia può essere una risorsa per far fronte alla crisi ecologica globale. La giornata di giovedì prevede un panel sul Climate tech, con Enrico De Luchi (PoliHub), Giacomo Silvestri (Eniverse), Marco Simonetti (Aquaseek) e Fabrizio Pirri (Italian Institute for Technology). In questo dialogo si parlerà delle imprese che stanno investendo nelle fonti di energia alternativa. Venerdì mattina, Sami Marttinen di Swappie, azienda leader nell’ambito degli smartphone ricondizionati, racconterà la sua esperienza, in relazione all’economia circolare. Nel pomeriggio di venerdì, sarà Stefano Buono, A.D. di NewCleo, a salire sul palco a parlare di tecnologia nucleare pulita e sicura.
Tra gli speaker diverse imprenditrici, innovatrici e studiose, che racconteranno la loro esperienza nel mondo del Tech. Oltre alle già citate Francesca Bria e Alessandra Perrazzelli, arriverà alle OGR per un talk giovedì 29 Anna Petrova, fondatrice di Startup Ukraine, esperta nello sviluppo di idee imprenditoriali che ha lanciato più di 3000 attività e, dallo scoppio del conflitto in Ucraina, ha
lanciato il primo programma di sostegno all’imprenditorialità per le donne ucraine rifugiate in Danimarca e nel Regno Unito. Subito dopo di lei, sarà ospite Roya Mahboob, fondatrice della associazione Robotic Afghan Girls, imprenditrice afghana e attiva nel suo Paese sul piano sociale ed economico. A chiudere la giornata di giovedì, Paulina Tenner, fondatrice di GrantTree, azienda finanziatrice di startup, imprenditrice, scrittrice, che nei suoi interventi racconta come il mondo del business possa imparare da quello del burlesque. Spazio poi a un focus sul metaverso, sugli NFT e su come la cultura possa beneficiare dalle nuove tecnologie, trovando nuovi stimoli per rinnovarsi e raggiungere un pubblico diverso. Si terrà un panel dedicato al metaverso, con Vincenzo Cosenza (autore), Maria Mazzone (Accenture), Lorenzo Montagna (VRARA), Lorenzo Cappannari (Another Reality) ed Edoardo di Pietro (Metaverse graduate). Nel pomeriggio, un nuovo panel, intitolato Metaverse and NFT in Gaming, curato da Stardust e 2Watch, con Alan Tonetti (Stardust), Federico Calarco (esperto di NFT) e Andrea Piazzese (content creator). Ancora su NFT, ma nell’ambito culturale, venerdì si terrà un dialogo a più voci con Filippo Lorenzin (MoCDA), Bruno Pitzalis (MoCDA), Chanel Verdult (Unicorn DAO), John Crain (SuperRare) e Anika Meier, per un dialogo intitolato Culture NFT Art. Ancora nella giornata di venerdì, avrà luogo un dialogo a più voci intitolato The power of gaming: to educate and entertain – NextEdu Quickload the OGR Tech European accelerator programs, con un’introduzione a cura di Massimo Lapucci (Fondazione CRT e OGR Torino), Valerio Di Donato (34BigThings), Valerio Merenda (Mash Co.), Antti Khoronen (XEdu), Enrico Poli (Zanichelli Venture). Nel pomeriggio salirà sul palco Christian Cantamessa, regista vincitore di un Award e creatore di videogame, a parlare della sua esperienza professionale. Infine, Serena Tabacchi, Direttore Co-fondatore del Museum of Contemporary of Digital Art (MoCDA),esplorerà le nuove frontiere dell’arte NFT.

SPECIAL GUEST
Patrick Collison è CEO e co-fondatore di Stripe, una società tecnologica che costruisce infrastrutture economiche per internet. Dopo aver sperimentato in prima persona quanto fosse difficile avviare un’attività online, Patrick e suo fratello John hanno fondato Stripe nel 2010. Il loro obiettivo era rendere l’accettazione di pagamenti su internet più semplice e inclusiva. Oggi Stripe alimenta milioni di aziende online in tutto il mondo. Prima di Stripe, Patrick ha co-fondato Auctomatic, che è stata acquisita da Live Current Media per 5 milioni di dollari nel marzo 2008. Nel 2016 è stato nominato Ambasciatore Presidenziale per l’Imprenditoria Globale dal Presidente Obama.

Patrick Collison

Andrea Doi

Condividi questo articolo