Homes4All: una crescita notevole e nuovi investitori

un uomo cerca di svitare un bullone con una chiave inglese è una startup di housing sociale con sede a Torino che si propone di rigenerare il tessuto urbano ed al contempo ridurre il disagio abitativo. Questo modello di housing ha destato grande interesse tra gli addetti ai lavori, tanto che questa azienda ha ricevuto ben 1,6 milioni di euro dal Consiglio dei Ministri, grazie alla candidatura presentata dalla Città di Torino.
L’innovazione del modello di business proposto prevede la cessione della gestione di immobili inutilizzati da parte di alcuni privati alla società con l’idea di compiere un’azione ad alto impatto sociale. Così ne parla infatti Mario Montalcini, amministratore delegato della startup fondata da Brainscapital e Homers:

“Stiamo costruendo a livello nazionale una rete fitta di privati interessata alla rigenerazione urbana sia per motivi etici sia per la gestione degli affitti.”

Ora, a 3 anni dalla sua fondazione, questa startup conta ben 150 soci, con un numero in costante aumento e di recente ha ricevuto un terzo aumento di capitale per 1,5 milioni di euro. Inoltre è stato coinvolto nelle operazioni anche l’Ufficio Pio, un ente strumentale della Compagnia di San Paolo, che contribuirà ancora economicamente allo sviluppo della società al raggiungimento di determinati obiettivi.
Anche il Comune è direttamente coinvolto, affidandogli la gestione di alloggi per famiglie con disagio abitativo e corrispondendo in cambio un contributo in base al risparmio che Homes4All riesce a dargli.
Non bisogna infine dimenticare che sempre più sono i comuni coinvolti a livello nazionale tra cui Taranto e Genova.

Davide Cuneo

Condividi questo articolo