Finpiemonte entra nel Fondo Piemonte Next

Nella giornata di ieri, 14 novembre 2022, Finpiemonte ha annunciato durante il Convegno “Finpiemonte a supporto del territorio: strumenti di finanza alternativa”, ospitato dalla Casa delle Tecnologie Emergenti, l’ingresso della finanziaria regionale piemontese nel Fondo PiemonteNext, istituito e gestito da CDP Venture Capital. 
Obiettivo di questo fondo è veicolare gli investimenti e migliorare le condizioni dell’ecosistema startup piemontese, già tra i migliori in Italia.
Si tratta per CDP del primo fondo di co-investimento regionale ad essere lanciato, con l’idea che possa fare da apripista per le altre regioni della Penisola. CDP Venture Capital è presente in Piemonte con diverse iniziative infrastrutturali già operative quali tre programmi di accelerazione – Takeoff, su aerospazio e advanced hardware, Personae sul welfare e Magic Spectrum su IoT e 5G – parte della Rete Nazionale CDP e il Polo Nazionale di Trasferimento Tecnologico per la Sostenibilità, Tech4Planet, di cui il Politecnico di Torino è promotore scientifico.
La Direttrice di Finpiemonte Mariateresa Buttigliengo ha illustrato nel suo intervento il ruolo di Finpiemonte nel Fondo PiemonteNext che investirà insieme ai fondi di CDP Venture Capital attraverso il Comparto Due, creato appositamente per questa finanziaria.
Questo il commento di Michele Vietti, Presidente di Finpiemonte:

“La partecipazione di Finpiemonte a questa iniziativa come investitore autonomo, crea i presupposti per generare una serie di azioni sinergiche sul territorio, affiancandosi ai fondi della nuova programmazione FESR 2021/2027 e ricadute concrete sull’ecosistema delle startup innovative in Piemonte, che rappresenta la sesta Regione italiana per numero di startup insediate – nel secondo trimestre ben 790 – e fanno di Torino la quarta provincia italiana. Aderendo a questi accordi, le finanziarie hanno un ruolo importante, sia che operino come investitori “autonomi”, sia che diventino portatrici di fondi pubblici, su mandato delle Regioni di riferimento: di generare un effetto leva rispetto all’attrazione e attivazione di risorse ed investitori di natura regionale, nazionale ed internazionale, pubblici e privati, che possano contribuire a dare maggiore forza ed impulso alle iniziative che si andranno a delineare sui singoli territori.

Edoardo Valle

Condividi questo articolo