Da Rivoli a Las Vegas Easyrain sconfigge l’acquaplaning

Guidare sul bagnato è notoriamente molto più pericoloso che guidare sull’asciutto, l’aderenza degli pneumatici al terreno è infatti fondamentale per garantire la sicurezza dei passeggeri e l’acquaplaning è tra le più comuni cause di incidenti.
Per le vetture del futuro la startup di Rivoli Easyrain si è proposta di dare una soluzione a questo problema elaborando il sistema anti-aquaplaning AIS ed il software di detection DAI, già  integrati nel concept di mobilità Climb-E di Italdesign, il veicolo a guida autonoma che è stato presentato in anteprima mondiale al CES 2023 di Las Vegas.
Già perché dalla cintura di Torino Easyrain è riuscita ad arrivare sino alle vette di Las Vegas, a quello che si può definire a tutti gli effetti il più importante convegno mondiale su tecnologia ed innovazione. Ma la startup non si ferma qui: sono infatti in sviluppo nuovi algoritmi in grado di rilevare la perdita di contatto dei pneumatici su neve, ghiaccio e superfici stradali sdrucciolevoli, rendendo la guida più sicura quando l’aderenza si riduce. Insieme a questi nuovi algoritmi, la startup di Rivoli ha iniziato i test di un software per rilevare le asimmetrie nell’assetto della vettura: una feature essenziale per migliorare la sicurezza dell’auto, ridurre la Co2 ed evitare il consumo anomalo dei pneumatici. Questi software potranno attivare nuove funzionalità di sicurezza e porteranno alla nascita di una nuova generazione di ADAS, capaci di modulare il livello di assistenza alla guida a seconda del tipo di fondo stradale. E ancora altro è in cantiere per il futuro…

Davide Cuneo

Condividi questo articolo