Vitamine a domicilio

di Edoardo Valle

Integratori alimentari personalizzati, 100% made in Italy e consegnati a domicilio, in pacchetti mensili cuciti sullo stile di vita del singolo cliente: la novità in tema di integratori alimentari viene dalla start up Vitamina, la prima piattaforma online di personalizzazione e delivery di vitamine, che punta così a “digitalizzare” il settore degli integratori, finora dominato da farmacie e canali di distribuzione tradizionale.

E, in effetti, il mercato, degli integratori alimentari è tanto ricco quanto poco digitalizzato: solo negli Usa, Paese pioniere, il mercato vale 133 miliardi di dollari, con la previsione di raggiungere i 220 miliardi nel 2022 (fonte: Zion Market Research). Mentre in Italia, il primo Paese europeo per vendite, il giro d’affari del settore è intorno ai tre miliardi di euro, con un significativo trend di crescita che ha fatto registrare, nel 2017, +7,3% rispetto all’anno precedente e uno schiacciante dominio delle farmacie, che rappresentano, ad oggi, più dell’85% del valore dell’intero comparto (fonte: Centro Studi FederSalus). E così la start up Vitamina esordisce nel settore con un modello che costituisce una novità assoluta per il panorama italiano, e che sfida il dominio di farmacia e Gdo sul terreno dell’innovazione, digitalizzando l’intera esperienza di acquisto e di consumo di integratori:. Sul sito web della start up, infatti, l’utente viene accuratamente profilato attraverso un test di circa trenta domande inerenti abitudini alimentari, stile di vita, esigenze e obiettivi personali, ed è assistito da una live chat con esperti farmacisti e nutrizionisti, che lo seguono nell’esperienza dal primo momento del test fino alla composizione del piano di integrazione personalizzato, che verrà poi consegnato a domicilio entro 72 ore dall’ordine.

«Abbiamo fondato Vitamina con l’idea di cambiare l’approccio del singolo utente alla scelta e quindi al consumo degli integratori alimentari, mirando a offrire un’esperienza personalizzata, cucita sulle esigenze nutrizionali e gli stili di vita del singolo individuo, con il valore aggiunto della comodità e della velocità del delivery», spiegano i tre giovani fondatori della start up Filippo Sala, toscano con già diverse esperienze di start up alle spalle, Giovanna Geri, una laurea in farmacia prima e in scienze dell’alimentazione dopo, seguita da nove anni di esperienza in farmacia, e Marco Saccenti, visual designer.

«Vitamina – aggiungono i tre fondatori – unisce la qualità e la trasparenza del prodotto all’innovazione tecnologica e dei consumi: i nostri integratori sono realizzati da un laboratorio fiorentino con oltre 40 anni di esperienza e riconosciuto dal ministero. Seguiamo le linee guida ministeriali su dosaggi, certificazioni e stoccaggio, mentre sul nostro sito web è possibile consultare la tracciabilità di ogni singolo ingrediente, oltre a un glossario e una serie di contenuti informativi curati direttamente dai nostri specialisti. Anche i pacchetti mensili che consegniamo sono accompagnati da un foglietto illustrativo con le specifiche di ogni prodotto e le modalità di assunzione».

Sono tredici gli integratori attualmente disponibili nel catalogo della start up, prevalentemente mono ingrediente e a base di minerali, estratti vegetali e probiotici,organizzati in categorie basate sulle esigenze nutrizionali o di stili di vita: dallo stress alle difese immunitarie, dalla digestione alla depurazione.

Vitamina è stata scelta tra oltre cento start up per accedere al programma di accelerazione Hubble dell’incubatore fiorentino Nana Bianca, finanziato da Fondazione CR Firenze e promosso dalla Fondazione per la ricerca e l’innovazione dell’Università di Firenze.

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.