Parte la 4° edizione di B-Heroes

Prosegue il percorso di supporto e sostegno alle startup italiane da parte di Intesa Sanpaolo. Per il quarto anno è stato rinnovato il programma in collaborazione con B Heroes che ha portato a individuare 16 startup che entrano nel percorso di accelerazione.

Con questa iniziativa il Gruppo bancario guidato da Carlo Messina mette a disposizione non solo strumenti finanziari dedicati, ma soprattutto percorsi di accompagnamento alla crescita grazie al sostegno dei suoi partner B Heroes ed Elite, il private market che connette le imprese a diverse fonti di capitale per accelerarne la crescita. La selezione delle aziende partecipanti alla quarta edizione è stata un viaggio da nord a sud nel mondo dell’imprenditorialità innovativa italiana.

Hanno risposto alla chiamata quasi mille aziende e, di queste, ben 183 sono state incontrate nel corso di un lungo roadshow digitale in 26 tappe. Il percorso di accelerazione culminerà a giugno con l’evento finale per la designazione delle migliori startup, che potranno accedere a programmi di investimento da parte di B Heroes. L’evento, che vedrà anche la partecipazione dell’atleta paralimpica Bebe Vio, sarà un’occasione eccezionale per riflettere sul tema della resilienza del mondo imprenditoriale nell’affrontare situazioni inedite generate dalla crisi pandemica sull’intero sistema economico italiano. B Heroes andrà in onda a settembre su Sky e NOW. Il progetto è stato realizzato in collaborazione con Brand Solutions, divisione interna di Sky Media.

La fase di selezione e di accelerazione è realizzata con la collaborazione del knowledge partner McKinsey & Company.

Le 16 startup selezionate sono:
Aircnc (Milano); Artiness (Milano); Barberino’s (Milano); Biova (Torino); FlyingBasket (Bolzano); Fratelli Desideri (Cuneo));
Gioielleria Italiana (Savona); Golee (Milano); M2Test (Trieste);
Meeters (Verona); Nterilizer (Bologna); Out Of (Brescia);
PatchAi (Padova); Prometheus (Modena); Trackting (Pesaro e Urbino).

L’edizione di quest’anno di B Heroes è stata forse la “più difficile da organizzare”, afferma Fabio Cannavale, ideatore del programma, “ma proprio per questo anche la più ricca”.

“L’iniziativa degli imprenditori avrà un grande ruolo nella ripresa della nostra economia e noi, che siamo il partner ideale per accompagnare le startup e le Pmi, continueremo ad affiancare i loro progetti con investimenti, nuovo credito e anche con strumenti di consulenza non finanziaria”, evidenzia Anna Roscio di Intesa Sanpaolo.

Il nostro ruolo di “motore e connettore dell’ecosistema italiano delle startup ci vede supportare ancora una volta B
Heroes nell’offerta di nuovi modelli di imprenditorialità, esempi a cui ispirarsi per gli startupper di domani”, sostiene Guido De Vecchi, di Intesa Sanpaolo Innovation Center.

“Supportare le startup nel rilancio delle attività economiche in nuovi mercati contribuisce anche ad attuare uno dei pilastri di Motore Italia, il programma recentemente avviato da Intesa Sanpaolo che mette a disposizione delle imprese 50 miliardi di euro di nuovo credito per liquidità e investimenti nella transizione sostenibile e digitale”, sostiene Marta Testi, amministratore delegato, Elite. 

Condividi questo articolo