Piemonte leader dei Business Angel

Sono più di 1.000, per il 70% operano in Piemonte e Lombardia e nel 2019 hanno investito quasi 55 milioni di euro in imprese innovative: sono i Business Angel italiani, cioè quegli investitori informali in capitale di rischio, che finanziano e supportano una startup promettente, spesso portando, oltre al capitale, la propria esperienza, conoscenze, contatti.

Per questo sono tanto importanti per le imprese nella fase iniziale della loro esistenza: i Business Angel, a differenza dei fondi di investimento, investono risorse proprie e per questo spesso la loro motivazione non è esclusivamente finanziaria. Una ricerca del Social Innovation Monitor (Sim), team di ricerca con base operativa al Politecnico di Torino, in collaborazione con Angels4Impact, Angels for Women, Club degli Investitori, Doorway, Italian Angels for Growth (Iag) e Social Innovation Teams (Sit), restituisce la prima fotografia dei Business Angel italiani, focalizzandosi in particolare sulla motivazione che li spinge: la possibilità di contribuire a generare un impatto sociale con il proprio investimento.

Dal report emerge che la maggior parte (il 60%) investe prevalentemente in Italia. Tra i settori su cui si sono focalizzati, troviamo in testa i Digital Services & Ict, seguiti da Biotech and Healthcare e Fintech & Big Data Tech. Più della metà supporta imprese a significativo impatto sociale. “I Business Angel rappresentano un sostegno per lo sviluppo dell’innovazione, aiutano attivamente nella gestione delle imprese in cui investono e portano a esse un significativo valore aggiunto”, sottolinea la professoressa Elisa Ughetto, co-direttore scientifico della ricerca e docente del Dipartimento di Ingegneria Gestionale e della Produzione del Politecnico di Torino.

Condividi questo articolo