Premio Business Angel 2020

Vince Enrico Chiapparioli

di Giulia Zanotti

E’ Enrico Chiapparioli il Business Angel dell’anno secondo il premio che il Club degli Invesitori attribuisce all’investitore privato che più si è distinto per la sua attività di supporto alle imprese innovative ita-

liane. Enrico Chiapparioli è Country Manager & Head of EME Automotive di Barclays Italia. Ha investito in 25 start up, fra le più recenti Biogenera, Greenbone Ortho, Musement, Inventia, Angodroid, ProxToMe – ed ha all’attivo tre exit (Inventia, Musement e Qurami).

“Per me è un riconoscimento impor- tantissimo. Ho iniziato nel 2011 ad investire come business angel ed è una attività che ho portato avanti con tanta passione, con tanta volontà, e in cui credo moltissimo. Ringrazio la Giuria, Andrea Rota, e il Club degli Investitori per la fiducia dimostrata con questo riconoscimento. Nel 2021ci saranno nuovi investimenti, speriamo qualche nuova exit e spero quindi di contribuire ancora di più alla crescita del movimento” ha commentato Chiapparioli.

Il presidente del Club degli investitori Giancarlo Rocchietti ha osservato come “Da anni organizziamo questo Premio e siamo felici di vedere come l’interesse per gli investimenti in startup continui a crescere nel Paese. In Italia ci sono grandi capitali privati che possono essere il motore per l’economia delle nuove imprese: i Soci del Club degli Investitori investono da oltre dieci anni nelle startup italiane e mi auguro che le storie dei business angel finalisti di quest’anno spingano altri ad investire in startup, investimenti non solo finanziari, ma fatti soprattutto di sto- rie imprenditoriali appassionanti”.

A gareggiare per il premio erano quattro finalisti: oltre a Chiapparioli anche Andrea Febbraio (imprenditore e investitore), Antonella Grassigli (fondatrice di Doorway.com), Annamaria Tartaglia (imprenditrice e investitrice). Per il presidente di giuria Andrea Rota: “Quattro bravissimi finalisti, che contribuiscono all’eco- sistema dell’innovazione in Italia. Non è stata una scelta semplice ma penso che alla fine siano state l’esperienza e i casi di successo che ha portato Enrico Chiapparoli a de- terminare la scelta. Congratulazioni a tutti e a Enrico”.

A comporre la giuria, guidata dal vincitore del Premio Business Angel dell’anno 2019 e Consultant in Spencer Stuart c’erano Lorenzo Allevi (Chief Executive Officer di Oltre Venture), Paolo Anselmo (Presidente di IBAN Association), David Casalini (Consigliere del Ministro dell’Innovazione Tecnologica e Digitalizzazione e Fondatore StartupItalia), Silvia Rimoldi (Partner di KPMG Italia), Alberto Cirillo (Legal Partner di Studio Associato – KPMG Italia), Marco Gay (Amministratore Delegato Digital Magics S.p.A.), Andrea Griva (Chairman at School of En- trepreneurship & Innovation – SEI), Laura Orestano (CEO Cottino Social Impact Campus), Diana Sara- ceni (Co-founder & General Partner at Panakes Partners), Francesca Perrone (Head of Western Euro- pe Start Lab & Development Programs di Unicredit), Davide Turco (CEO di Indaco Venture Partners), Paolo Gesess (Co-Founder and Managing Partner, United Ventu- res), Anna Gervasoni (Direttore Generale, AIFI), Guglielmo Pascarelli (AIFI) Roberto Magnifico (Partner, LVenture Group), Daniele Pelli (Board Member, LuissAlumni4Growth), Lorenza Morandini (Managing Director, Angels4Women), Lorenzo Ferrara (Presidente, BAN Firenze), Luca Benatti (Presidente, Italian Angels for Biotech), Massimo Lapucci (Segretario Generale, Fondazione CRT), Fausto Boni (General Partner, 360 Capital; Chairman, VC Hub Italia), Antonio Leone (Presidente, Italian Angels For Growth), Angelo Italiano (Board Member, Club degli Investitori).

Special guest dell’evento è stato Riccardo Zacconi, imprenditore, fondatore di King.com e del popolare videogioco Candy Crush. Mentre Il team di ricerca Social Innovation Monitor con base al Politecnico di Torino ha presentato la ricerca “Impatto dei Business Angel italiani” sull’attività degli investitori privati in startup in Italia.

Condividi questo articolo