Diventiamo una regione start up friendly

di Raffaele Gallo*

Le start up e in particolare le start up innovative sono un asse di sviluppo centrale della Regione Piemonte. I dati relativi al numero di start up variano di anno in anno dunque non sono preoccupato rispetto all’andamento attuale. Certo dobbiamo continuare ad investire in questo settore, creando le migliori condizioni in Piemonte per chi intende intraprendere un percorso imprenditoriale qui e sviluppando sempre più il legame con Università, Politecnico, incubatori di start up e il radicamento sul nostro territorio di queste imprese. E’ necessario favorire l’ecosistema dell’innovazione, favorire l’incontro e il confronto delle idee, sostenere finanziariamente e managerialmente le start up. Come Regione, in questi tre anni, abbiamo lavorato su tutti questi ambiti anche grazie ai fondi europei. Ricordo le principali politiche: sostegno e sviluppo agli incubatori pubblici, riorganizzazione a aggiornamento dei servizi Mip – mettersi in proprio e un forte sostegno anche allo sviluppo commerciale delle start up grazie ad una norma inserita nella Legge di bilancio 2015, in modo da poterle far conoscere nel mercato. Abbiamo introdotto il registro delle start up innovative, prima Regione in Italia. Mancano secondo me ancora due tasselli per diventare una vera Regione start up friendly: l’avvio di strumenti di ingegneria finanziaria, sui quali sta lavorando molto la nuova Finpiemonte, penso in particolare ad un fondo di Venture Capital. E l’avvio di politiche di procurement pubblico innovativo che si potrebbero prevedere nell’ambito della riprogrammazione dei fondi europei. Nei prossimi mesi lavoreremo su questi ambiti, anche grazie ad una proposta di legge sulle start up innovative, di cui sono primo firmatario. Sono certo che, con la messa a regime di queste politiche, torneremo ad essere la Regione capofila in questo settore.

*Presidente della commissione Economia e Lavoro in Regione Piemonte

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *